ALTISSIMA LUCE

23 – 12 / 2017
Cattedrale Santa Maria ore 21.30

JAZZ SACRO

Il Laudario di Cortona secondo Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura

Arrangiamenti originali di Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura liberamente ispirati al Laudario di Cortona

Paolo Fresu: tromba, flicorno, effetti
Daniele di Bonaventura: bandoneon, effetti
Marco Bardoscia: contrabbasso
Michele Rabbia: percussioni e laptop
Orchestra da Camera di Perugia
Gruppo vocale Armonioso incanto di Perugia diretto da Franco Radicchia

Il Laudario di Cortona è una delle più importanti testimonianze dell’espressione musicale sacra popolare: risale al XIII secolo ed è stato prodotto dalla confraternita di Santa Maria delle Laude della chiesa di San Francesco nella città toscana.

Il Codice ci restituisce, dopo secoli, una possibile fotografia dell’epoca medioevale, un’immagine e un’estetica che ripropone uno spaccato della storia nostra e della musica occidentale. Paolo Fresu, spinto come sempre da un’inesauribile curiosità che lo porta ad affrontare repertori diversi e sfide insolite, ha scelto tredici laudi sul totale di quarantasette e le ha arrangiate e orchestrate assieme al bandoneonista Daniele di Bonaventura. L’organico è completato da Marco Bardoscia al contrabbasso e Michele Rabbia alla batteria con l’accompagnamento dell’Orchestra da Camera di Perugia e il gruppo vocale Armoniosoincanto diretto da Franco Radicchia. Altissima Luce è stato presentato per la prima volta a Umbria Jazz nel 2016 e successivamente nei principali festival jazz italiani.